Pronti per junior masterchef?

il

1012292_621801431224194_1496286291_n

Sono bimbi che alla domenica si mettono a impastare. Che preparano pranzo per tutta la famiglia anche se non sempre arrivano ad aprire lo sportello dello scolapiatti. Con mamme, spesso nonne, e a volte papà, scelgono ricette e poi cercano di copiarle. E non si fanno spaventare – come altre donne adulte (tipo la qui presente) – dalla lista degli ingredienti e dal numero di passaggi dentro e fuori da forno, frigo e compagnia bella. Sono i bimbi che da giovedì vedremo in prima serata tv a contendersi il titolo di primo junior masterchef italiano. In 3mila si sono presentati alle prime selezioni, poi sono rimasti in 40 ed è qui che sono entrati in scena i giudici. “Mi sono stupita della loro bravura – ha detto Lidia Bastianich (mamma dell’altro Bastianich) -. Ho chiesto direttamente come facevano ad essere così bravi e loro mi hanno risposto che sono abituati a far così. Gli piace cucinare con mamme, nonne e papà e poi guardano le ricette in tv>. E non si sono limitati a guardare. “Hanno una preparazione pazzesca – ha rivelato Alessandro Borghese – sanno a memoria le ricette di Cracco e di Barbieri. Anche nell’impiattamento che ora va così di moda, sono dei fuori classe. Hanno molta fantasia e buongusto”. Responsabile dell’ossessione per l’impiattamento e giudice anche della versione Junior di Masterchef, Bruno Barbieri ha spiegato che è stato anche per certi versi difficile avere a che fare con i bambini (“con i giudici mi sono trovato meglio” ha detto a mò di battuta, o forse no). “Alla prima eliminazione mi è venuto un po’ di groppone  -ha detto lo chef -: vedere lì davanti una bimba di nemmeno dieci anni mi ha un po’ messo in difficoltà. Ma devo ammettere che se ci fosse stato Junior Masterchef quando ero piccolo io, mi sarei iscritto. E avrei vinto, ovviamente”.

1800328_609928409100295_1451506334_n

 

Così in attesa del vincitore (dieci puntate in tutto, ogni giovedì su Sky Uno due episodi) qualche nota “tecnica”.

Tanto per iniziare i 40 concorrenti verranno divisi in 4 gruppi. A ciascuno un tema: pasta fresca, dessert, piatto tipico tradizionale, piatto a base di pesce. Poi le solite sfide: la mystery box, invention test e pressure. Poi prove in esterna: una notte al Museo della Scienza e della tecnica di Milano. E opsiti importanti tra cui il mago delle verdure Pietro Leemann (maestro della cucina vegetariana).

Alcune regole sono più adatte all’età dei bimbi. Ad esempio non ci saranno migliori e peggiori e l’eliminazione sarà in realtà un’uscita in coppia.

Per il vincitore assoluto, un viaggio a Disneyland Parigi (per tutta la famiglia) e una borsa di studio di 15mila euro.

Presenza social assicurata:

juniormasterchef.sky.it

facebook.com/masterchefitalia

#jrmasterchefit

1796504_609484952477974_544382288_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...