Facciamola finita! (anche no)

L’ho lasciato riposare e maturare questo libro che mi ha fatto riflettere e anche arrabbiare in più punti.

Paolo Sarti descrive un bambino viziato, carico di individualismo e rumoroso protagonismo. Non solo, questo bambino (che intristisce non poco) è inabile, insopportabile e pure antipatico. Non che il pediatra risulti più simpatico (ma su questo, sono giorni in cui è meglio sorvolare leggeri, vista la recente esperienza personale). Anche perché, la colpa Sarti la destina subito, dritta dritta, verso i genitori che “hanno rinunciato all’educazione, unico strumento che avevano per superare le difficoltà di allevare un figlio”.

b

I genitori, quindi, non sono descritti meglio dal pediatra (e qui aprirei volentieri una parentesi anche sul bassissimo limite di sopportazione di certi medici dei bambini). Sarti vede mamme e papà dominati dall’ansia di prestazione, che parlano, parlano in continuazione, per trovare un rifugio al loro panico, alla loro inefficienza, e ansia generalizzata.

Su “Facciamola Finita! Appello urgente ai genitori” di Paolo Sarti (ed Mandragora 2011) qualche cosa però mi sono segnata, e messa da parte, perché vale la pena magari riflettere su un paio di cose.

  1.        Salvaguardare uno spazio privato, che sia singolo o della coppia
  2.        Smetterla di spiegare tutto. Meglio usare poche parole, chiare, brevi e rassicuranti
  3.        Lasciare spazio alla noia, alla libertà di un gioco non organizzato o strutturato
  4.        Investire nell’educazione all’affettività e alla sessualità
  5.        Dal pediatra dire il meno possibile (tutto quello che dici sicuramente sarà usato contro di te)

(Il punto numero cinque è decisamente personale, sono sicura che non sarà così per tutti).

*foto pinterest

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. simonasforza ha detto:

    Pienamente d’accordo. In particolar modo sulla frase: ” Dal pediatra dire il meno possibile”.

  2. Bellodimamma ha detto:

    ecco. avevo idea di non essere la sola a pensarla così.

  3. Marga ha detto:

    Al meno si sa “problema” in più e fondamentale dei genitori!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...