Sai usare il tofu?

il

Dalla maionese alla panna, tutto si può fare in casa e in versione vegetale, ovvero senza proteine animali. Merito del tofu, ma sapete usarlo nel modo giusto?

Fino a poco tempo fa solo gli “alternativi” portavano in tavola il tofu. Solo le persone che avevano scelto un’alimentazione diversa, lontana dalla carne e dal pesce, sapevano di preciso cos’era il tofu e lo utilizzavano regolarmente. Da cibo alternativo, sempre più oggi, il tofu è diventato protagonista. Così se prima veniva usato solo a cubetti in insalata, ora relegarlo sono in una ciotola sarebbe davvero inopportuno. Pronti a scoprire il tofu? È molto più versatile di quanto possiate immaginare.

Che cos’è. Il tofu è un alimento completamente vegetale: non è fermentato e si ottiene dai fagioli di soia. I fagioli di soia vanno lavati, poi messi in ammollo in acqua, poi macinati e messi sul fuoco. Sul mercato esistono varie tipologie di tofu, a seconda del tipo di lavorazione. Il sapore neutro lo rende perfetto per le più disparate preparazioni in cucina, dall’antipasto fino al dolce. Può essere consumato al naturale oppure come base per vari piatti. Le sue origini sono antiche: risalgono al II secolo a.C. Pare che il tofu sia stato inventato da un monaco taoista. Ancora oggi è un alimento alla base della alimentazione cinese e giapponese.

Quali benefici nutrizionali. In giapponese tofu significa carne senza ossa. Un’immagine per ricordarne l’alto contenuto proteico. La soia, e anche il tofu di conseguenza sono poveri di acidi grassi saturi e ricchi di proteine nobili. Le proteine sono il nutrimento indispensabile alla crescita ed al rinnovo delle cellule muscolari e contengono tutti gli aminoacidi indispensabili all’organismo. Spesso il tofu viene utilizzato come sostituto vegetale del formaggio, ma è privo di latticini e di colesterolo, quindi povero di grassi. Ha un elevato contenuto di calcio, ferro e fosforo. Per le sue caratteristiche nutrizionali può essere consumato da celiaci e intolleranti al lattosio.

Al supermercato in tante forme

Trovare il tofu nei supermercati comuni non è più così difficile. Non occorre più neppure andare in un negozio specializzato in alimentazione biologica. Anche la grande distribuzione classica si è ormai organizzata. Ci sono produttori altamente qualificati. Céréal Bio ad esempio è la linea di prodotti a base di soia francese controllata e certificata secondo gli standard di conformità alla Regolamentazione Europea per l’Agricoltura Biologica. Le garanzie sul prodotto sono numerose, e in particolare attestano che sia privo di coloranti, conservanti e che la soia provenga da una filiera controllata. Questo significa che vengono effettuate sia una rigorosa selezione dei semi di soia, che controlli regolari sui campi. Il marchio Céréal garantisce quindi la completa tracciabilità della soia francese utilizzata, dalla coltivazione al prodotto finito. Il prodotto da scoprire è a lunga conservazione: il Tofu Céréal BIO è un alimento di elevato valore nutrizionale, ricco in proteine vegetali e rappresenta un’ottima alternativa a formaggio, carne e uova. È molto pratico in quanto viene venduto in due confezioni da 125 grammi, per evitare sprechi, e conservarlo con più facilità. Ci sono in vendita anche panetti di tofu aromatizzato alle verdure – al pomodoro o al basilico per fare due esempi – che possono essere consumati così come si presentano, al pari di un formaggio da tavola. Da provare anche le creme, di solito in vasetti di vetro, ottime per preparare, sul pane tostato, un aperitivo veloce.

 IDEE VELOCI – Tanti modi per usarlo.

  • Per una maionese vegetale, senza uova. Basta mettere nel bicchiere del mixer 50 gr di tofu tagliato a tocchetti, poi si aggiungono 100 ml di olio extravergine d’oliva, il succo di limone (appena un cucchiaio e mezzo) e il sale. Si frulla tutto fino ad ottenere una crema.

 

  • Per un ragù. Si parte dal solito soffritto, cipolla, carota e sedano. Poi si aggiunge il pomodoro e il tofu tagliato in modo grossolano (in pratica lo si usa al posto della carne).

 

  • Per preparare una panna vegetale in casa. Si usano 150 gr di tofu a cui va aggiunto l’olio di girasole (due cucchiai): si schiaccia il tutto. Poi si aggiunge un cucchiaio di farina 2. Si frulla tutto. Per ultimo unire 50 ml di latte di riso o di soia.

 

  • Al posto delle uova, da strapazzo. Si fa soffriggere lo scalogno in un po’ di olio. Poi si uniscono zucchine tagliate alla julienne e saltate per pochi minuti. Si sbriciola il tofu sulle zucchine e si cuoce per 5 minuti. Si può aggiungere un po’ di curcuma e assumerà anche un bel colore giallo.

 

  • Può essere marinato. Il tofu va sbollentato, asciugato e tagliato a fettine. Poi sistemato in una pirofila. In una ciotola mischiare due cucchiai di tamari, un cucchiaino di senape. Si versa tutto sul tofu e si lascia a riposo per una mezzora. Poi le fette di tofu vanno scolate, passate nella farina e sistemate in una teglia con un filo d’olio. In forno per 10 minuti a 180gradi. Poi prima si servirle coprire con la marinatura.

 

  • Per preparare un dessert veloce e leggero. Basta frullare il tofu con un po’ di frutta fresca. Una buona mousse alla fragola si ottiene frullando 200 gr di tofu con 500 gr di fragole e il succo di un limone.

 

Quattro ricette da provare subito

ANTIPASTO. Involtini di melanzane con patè al tofu. Si usano le melanzane grigliate (una grande può bastare, oppure due piccole). Per il patè: basta mettere nel mixer 125 gr di tofu al naturale con pomodori secchi (cinque), capperi (vanno sciacquati prima e ne basta un cucchiaino), basilico e olio d’oliva. Frullato il tutto si spalma il composto su ogni fettina di melanzana che va poi arrotolata. Lasciar riposare in frigorifero per una mezzora prima di servire.

PRIMO. Il tofu può diventare anche l’ingrediente per un buon sugo per condire la pasta come in questo caso, per un ragù di tofu e funghi. Si comincia con il soffritto: olio, sedano, carota e cipolla (e volendo uno spicchio d’aglio). Poi si aggiungono i funghi tagliati a cubetti (vanno bene anche gli champignons). Cuocere per pochi minuti. Poi sbriciolare il tofu al naturale e aggiungerlo al soffritto. Unire la salsa di pomodoro e far addensare

SECONDO. Polpette tutte vegetali? Facile se si usa il tofu. Come verdura possono andare bene sia le zucchine che gli spinaci. Si inizia col lessare e tritare gli spinaci. In un piatto invece schiacciare il tofu con la forchetta. Mescolare il tutto e insaporire con spezie e sale. Aggiungere pangrattato per dare compattezza, passare nella farina e poi cuocere in forno a 180 gradi fino a quando sono ben dorate.

DOLCE. Una torta al cioccolato vegana? Con il tofu, certo. Si comincia riscaldando il forno a 180°C. si prepara la teglia ungendola con olio e spolverandola di cacao. In una ciotola unire gli ingredienti in polvere: 550 grammi di farina, 600 grammi di zucchero, 85 grammi di cacao in polvere amaro, 3 cucchiaini di bicarbonato e mezzo cucchiaino di sale. In un’altra ciotola unire olio (250 ml), acqua (700 ml) ed estratto di vaniglia. Mescolare il contenuto delle due ciotole, versare nella teglia e infornare per almeno un’ora. Nel frattempo preparare la farcia. Sciogliere a bagnomaria 200 grammi di cioccolato fondente e unire 250 grammi di tofu. Usare un mixer. Mettere da parte la crema. Quando la torta è cotta, lasciarla raffreddare, tagliarla a metà e spalmare la crema. Poi ricomporre la torta e spalmare tutta la superficie.

(pubblicato su ViverSani&Belli)

*photo da Pinterest

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...