La rivincita del cavolo

Non è che sia proprio l’alimento più amato. Eppure dovrebbe. Per tutte le proprietà che ha, il cavolo dovrebbe essere mangiato quasi tutti i giorni della settimana. Straordinariamente ricco di sostanze nutritive e protettive contro cancro, infiammazioni, infarto e obesità il kale – ovvero il cavolo riccio – è una superverdura molto apprezzata dai nutrizionisti e dagli esperti di alimentazione. Perché contiene intanto almeno 50 tipi diversi di flavonoidi che hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Questo vuol dire che il cavolo riccio è un valido alleato per prevenire i rischi dell’insorgere del tumore e di altre patologie croniche come l’arterosclerosi. È un alimento alcalino, quindi aiuta a depurare l’organismo, ridurre il colesterolo e a perdere peso. Gli studi scientifici consigliano però un consumo più frequente di quello a cui siamo in genere abituati: gli effetti positivi dati dal cavolo si possono ottenere solo con quattro o cinque porzioni di kale a settimana. Una vera e propria rivincita del cavolo quindi, che viene illustrata in “Cavolo!Kale. La Bibbia” – Guido Tommasi Editore  – Amelia Wasiliev convinta del valore di questa verdura raccomanda metodi preparazione ma soprattutto di consumo incredibili. Avreste mai pensato di mangiare il cavolo per merenda? Si può fare: con la Kale Cake e coi muffin ai mirtilli. Anche se – va sempre ricordato – il modo più sano per consumare il cavolo resta a crudo. In insalata è il modo più semplice: per renderlo tenero basterà strofinarlo con un po’ di olio.

E vale la pena provare qualche alternativa al classico cavolo in umido.

 

1. SUCCO SUPER VERDE

2 foglie di cavolo nero, un gambo di sedano, mezzo cetriolo, 25 gr di zenzero fresco, una manciata piccola di prezzemolo, un quarto di cavolo cappuccio, una manciata piccola di crescione. È un succo molto efficace in caso di ulcera allo stomaco e di altri problemi digestivi. Contribuisce a ridurre il colesterolo e stimola il sistema immunitario.

2. VELLUTATA PALEOLITICA

2 cucchiai di olio d’oliva, un porro tagliato a rondelle, 2 gambi di sedano

tagliati a rondelle, 1.25 l di brodo di verdure, una zucchina tagliata a metà e

poi a rondelle, 300 gr di patata dolce, pelata e tagliata a dadini, 4 foglie di

cavolo riccio senza steli e sminuzzate, 150 gr di anacardi crudi lasciati in

ammollo per un’ora, sale e pepe.

Scaldare l’olio in casseruola a fuoco medio, soffriggete porro e sedano per 4-6 minuti finché il porro diventa tenero. Versate il brodo, aggiungete la zucchina, la patata dolce e il cavolo. Portare a ebollizione, abbassare il fuoco e lasciare sobbollire per 15-20 minuti finché la patata dolce sarà cotta. Nel frattempo macinare gli anacardi finché ottenete una consistenza liscia. Versare la zuppa in una ciotola e frullare. Salate e pepate solo prima di servire.

3. CONDIMENTO AL KALE

Un mazzo di foglie di cavolo di diverse qualità, senza steli; 2 cucchiai di olio d’oliva, 50 gr di semi di sesamo bianchi e neri, tostati, un cucchiaino di peperoncino rosso in fiocchi, 1 cucchiaino di sale. Scaldate il forno a 140 gradi e rivestite una teglia con la carta da forno. Massaggiate le foglie di cavolo con l’olio, stendete sulla teglia e passatele sotto il grill del forno per 25 minuti finché non diventano asciutte e croccanti. Sminuzzare il cavolo e gli altri ingredienti con un pestello o frullateli in brevi riprese. Questo condimento è ottimo per il riso, sulla pasta, sull’insalata o sulle uova.

4. MUFFINS AI MIRTILLI

60 gr di burro sciolto più una noce per ungere gli stampi, una foglia di cavolo riccio senza lo stelo, 35 gr di farina, 50 gr di mandorle in polvere, 80 gr di zucchero a velo, 2 albumi e 80 gr di mirtilli. Scaldare il forno a 170 gradi e ungere uno stampo per minimuffin. Sbollentare in acqua la foglia di cavolo per 4 minuti. Scolare e asciugare con cura, poi sminuzzarla finemente. Mescolare la farina, le mandorle in polvere, lo zucchero a velo, il burro e gli albumi in una ciotola. Incorporare il cavolo e i mirtilli, poi distribuire l’impasto nello stampo. Infornare per 20 minuti. Sfornare immediatamente i minimuffin e lasciarli raffreddare.

5. KALE CAKE

80 gr di burro sciolto più una noce per ungere lo stampo, 30 gr di cacao in polvere, 125 ml di sciroppo d’acero, 2 foglie di cavolo Redbor centrifugate, mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio, 2 uova e 100 gr di farina autolievitante. Scaldare il forno a 180 gradi, ungere uno stampo per cake del volume di 500ml. Mescolare il burro e il cacao, per ottenere un composto liscio. Aggiungete sciroppo d’acero, il succo del cavolo e il bicarbonato di sodio. Mescolare fino a quando l’impasto non diventa molto liscio. Mettete da parte. Sbattete le uova con uno sbattitore elettrico finché non diventano chiare e spumose. Incorporare il composto di cacao e burro, senza smettere di sbattere. Aggiungere la farina e continuare a sbattere finché l’impasto non diventa omogeneo. Versatelo nello stampo e infornate per 20-25 minuti.

credits foto: Pinterest

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...